Emilia Felicita Capolongo è stata nominata commissario prefettizio del Comune di Craco. La nomina si è resa necessaria dopo lo scioglimento del Consiglio comunale a seguito delle dimissioni di sette consiglieri sui dieci totali. Il sindaco Giuseppe Lacicerchia, rieletto nel 2014, ha dunque dovuto lasciare lo scranno di primo cittadino anzitempo, rispetto alla scadenza naturale della primavera 2019.

Appena insediata, la Capologno ha reso noto di aver affrontato “diverse problematiche che interessano la cittadinanza, soprattutto per migliorare il servizio dei trasporti e della viabilità delle strade urbane ed extraurbane.

E’ stato risolto, d’intesa con l’Amministrazione provinciale di Matera, il problema del trasporto degli studenti che frequentano le scuole superiori nel territorio di Matera, ripristinando la fermata (andata e ritorno) per Pisticci scalo.

E’ stata altresì affrontata, sempre presso l’Amministrazione provinciale di Matera, l’annosa questione della parziale interdizione al traffico della S.P. 5, per la quale è stata anche inoltrata una nota all’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, al fine di sollecitare un finanziamento per mettere in sicurezza quel tratto stradale che rappresenta un’arteria fondamentale per la popolazione crachese e per salvaguardare l’economia locale.

Nelle more, su richiesta del commissario, la stessa Amministrazione provinciale sta provvedendo, con celerità, alla riparazione del manto stradale dissestato ulteriormente dalle recenti precipitazioni atmosferiche sulla S.P. 5, all’altezza del ponte collocato al Km 2+600.

D’intesa con il dirigente scolastico, è in fase di valutazione una migliore organizzazione del trasporto degli alunni per assicurare, nell’anno scolastico in corso, le uscite didattiche.

A breve saranno realizzati, con il contributo di 40mila euro assegnato dal ministero dell’Interno, i lavori per la messa in sicurezza della viabilità urbana”.

Commenta l'articolo