Dopo il furto che ignoti hanno posto in essere nel municipio di Montescaglioso nella notte tra il 4 e il 5 febbraio, il sindaco, Vincenzo Zito, ha scritto una lettera ai suoi concittadini. Di seguito il testo completo.

“Il risveglio triste ed amaro che ha caratterizzato la giornata del 5 febbraio ha permesso, di riflesso, come era auspicabile aspettarsi, un particolare senso di vicinanza, di affetto e di Comunità che ha attestato quanto il rispetto reciproco, la legalità, la voglia di ripartire debbano essere la bandiera su cui issare l’azione quotidiana di chiunque.

La violazione della Casa Comunale è un atto vile e violento che non colpisce solamente l’Amministrazione ma l’intera Città. Non a caso, ho prontamente informato tutti i Capigruppo presenti in Consiglio Comunale, che ringrazio per l’immediata disponibilità a supportare qualsiasi tipo di iniziativa e, soprattutto, per essersi recati in loco a manifestare la propria solidarietà.

Ciascun cittadino deve sentirsi violato e deve reagire nel segnalare qualsiasi tipo di movimento sospetto utile alle indagini in corso. Il furto perpetrato, nel seppur magro bottino, ha causato ingenti danni alle strutture ed alcuni strumenti presenti in Municipio: casseforti, porte, finestre, serrature, armadi, cassettiere.

L’auspicio è che i responsabili, probabilmente gli stessi che hanno già fatto irruzione in queste settimane nelle Residenze Municipali di Ferrandina, Irsina e Tricarico, siano consegnati alla giustizia nel minor tempo possibile”.

Commenta l'articolo