Il Ferrandina rompe il digiuno di vittorie che durava dal 9 dicembre 2018. Batte di misura, con sofferenza, il fanalino di coda Latronico, che si era portato addirittura in vantaggio. Tante le occasioni create dagli aragonesi, nel corso del match, che avrebbe potuto assumere ben altre connotazioni numeriche. Protagonista asoluto è stato il 17enne Alessandro Parisi, autore di una doppietta (addirittura strepitosa la marcatura del raddoppio ndr.).

“Potevamo chiudere la gara in anticipo, anziché soffrire – afferma il giocatore -. Purtroppo pali, traverse e qualche bella parata del loro portiere Carlino ci hanno frenato.  Nella ripresa, tuttavia, è venuta fuori la squadra più forte, e cioè il Ferrandina”. Parisi, il ragazzo d’oro degli aragonesi, classe 2001, appare contento della prestazione personale, culminata coi due gol: “E’ il mio primo anno in Eccellenza – dice -. Sto acquisendo fiducia e sono soddisfatto di ciò che sto facendo. Ci stiamo riprendendo dopo i tanti infortuni. Mercoledì, però, ci apsetta la trasferta di Rionero, nel turno infrasettimanale”.

Il dirigente accomopagnatore Christian Armento sottolinea: “Il Ferrandina crea tanto, ma se non si mette la palla dentro, poi si soffre fino all’ultimo. Anche col Latronico abbiamo fallito molte occasioni. Per fortuna due prodezze di Parisi ci hanno dato il successo. E’ un ragazzo di qualità. Quando entra a partita in corso ha la capacità di spaccare in due le gare. Ha fatto due grandi reti, specie la seconda. Il Ferrandina – prosegue Armento – schiera 4/5 under ogni domenica, valorizzando tanti calciatori del posto. Come dimostra il ferrandinese Parisi”.

Il dirigente rossoblù esprime, però, qualche preoccupazione, soprattutto organizzativa, per il match infrasettimanale di Rionero: “Saremo opsiti di una squadra che ha grandi ambizioni. Purtroppo giocare nei giorni feriali ci penalizza, dovendo ovviare ad alcuni problemi logistici, legati agli spostamenti di tanti ragazzi-studenti o di alcuni giocatori-lavoratori”.

Angelo Morizzi

Commenta l'articolo