Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota del segretari cittadino di Policoro di Fdi, Pino Callà, relativa alla nuova Giunta comunale annunciata dal sindaco, Enrico Mascia.

“Il sindaco di Policoro a soli venti minuti dalla scadenza della mezzanotte del 3 febbraio cede incondizionatamente alle richieste del gruppo Futuro Comune, costituito dai consiglieri Carretta, Prestera e Carrera, e, pur di scongiurare l’arrivo del Commissario, che avrebbe portato al voto anticipato a maggio in cui il centrosinistra policorese sarebbe stato relegato dai cittadini all’assoluta irrilevanza, consegna la “golden share” ai consiglieri fuorusciti dopo la revoca della delega all’assessore Di Cosola.

Le dimissioni dell’assessore Trifoglio hanno di fatto rimosso l’ostacolo vero, che aveva fino ad allora impedito la ricomposizione per le divisioni nel Pd che rivendicava ulteriore posto nell’esecutivo. Il nuovo governo cittadino varato ieri, di fatto consegna al gruppo di Marrese e Di Cosola, reintegrati con le deleghe di vicesindaco e assessore all’Ambiente e con quella ai Lavori Pubblici, la “golden share”, ridimensiona il gruppo Più Policoro presente con l’assessore Cacciatore e fa registrare l’abbandono della maggioranza da parte del consigliere Gallitelli, ridimensionato per effetto dei veti del gruppo di Futuro Comune.

Il sindaco Mascia, coerentemente con il profilo tenuto in questi 18 mesi, rinvia ad esercitare le sue prerogative e consegna se stesso e la città ad una ininterrotta, indecorosa querelle sugli assetti interni, sugli organigrammi, per l’evidente timore di affrontare il voto anticipato, che avrebbe sancito la sonora bocciatura della sua amministrazione e del centrosinistra policorese.

Sarebbe stato più dignitoso ammettere la propria inadeguatezza, piuttosto che cercare di trovare accordo ad ogni costo. Policoro merita di più e saprà, quando sarà chiamata ad esprimersi tra tre anni e mezzo o tra due anni, bocciare sonoramente questa ennesima testimonianza di incapacità del centrosinistra”.

Pino Callà

segretario Fdi Policoro

Commenta l'articolo