La sfida per il ruolo di governatore della Basilicata si arricchisce di un nuovo pretendente: si tratta di Silvana Arbia, già magistrato della Corte d’Appello di Milano e Registrar della Corte penale internazionale.

“Ho l’onore e il privilegio di annunciare la conferma della mia candidatura a presidente della Regione Basilicata”, ha annunciato Arbia, responsabile di Sms, Stato moderno solidale. Una decisione figlia anche della spinta arrivata “da gran parte della società civile, che sente un genuino bisogno di progresso. Approfondite osservazioni della situazione in cui la nostra regione si trova e un attento ascolto delle istanze e delle attese di molti che oggi non hanno voce, mi obbligano a rendermi disponibile per il buon governo locale. E’ una sfida importante e motivante che tutti noi lucani affronteremo con fierezza e con la convinzione che il tempo è maturo per una politica di servizio che curi gli interessi di tutti.

Convinta, dunque, che in Basilicata esistano tutte le condizioni per realizzare un modello di sviluppo avanzato e compatibile con i diritti primari, come la salute, il lavoro, la giustizia e la sicurezza, sono incalzata dal dovere di investire tutta la mia esperienza, la mia fedeltà alle istituzioni e al popolo di cui faccio parte, per offrire alle persone le migliori ragioni per rimanervi e o ritornarvi, essendo la risorsa umana la più importante per il territorio. Grazie a tutti – ha concluso Arbia – per la condivisione di questo progetto, il più importante per me, e per il significativo sostegno che fino ad oggi ho raccolto”.

Piero Miolla

Commenta l'articolo