Il termo-camino che brucia, con il concreto rischio che la casa si incendi. La proprietaria che non se ne accorge e corre, quindi, un serio pericolo per la sua incolumità. Un poliziotto che non è in servizio ma, grazie al suo senso civico e all’altruismo che lo contraddistingue, decide di intervenire salvando la vita alla proprietaria della casa e anche a coloro che abitano nello stesso immobile.

Sono gli “ingredienti” di una storia a lieto fine andata in scena domenica a Marconia. La signora Filomena Sportillo, 47 anni, che abita in un immobile di un condominio sito in via Nazionale, stava riposando in camera da letto e non si è accorta che il suo termo-camino stava andando a fuoco nella parte esterna.

Il poliziotto, che risiede in via Emilia Romagna, non lontano dall’abitazione della signora, ha notato il fumo e si è subito precipitato sul luogo, cercando di attirare l’attenzione della Sportillo, ma invano: ha bussato alla sua porta ma forse, ha raccontato l’agente di Polizia di stanza al Commissariato di Pisticci che ha sede proprio a Marconia, il monossido di carbonio aveva già iniziato a fare effetto.

Il poliziotto, però, non si è perso d’animo e ha iniziato a scampanellare tutti i residenti del condominio, mettendoli in sicurezza. Chiamati i Vigili del Fuoco, ha raccontato l’agente di Polizia, personalmente è andato a chiudere tutti i contatori di gas ed energia elettrica. In tal modo il termo-camino che era in funzione dentro casa è andato in blocco e dalla vaschetta esterna è fuoriuscita dell’acqua che ha inumidito il muro attutendo le fiamme. Tanto che all’arrivo dei pompieri il fuoco era già quasi spento. Tutto questo è accaduto in un arco di tempo di non più di cinque minuti.

Un’azione fulminea, quindi, quella dell’angelo-poliziotto, che ha salvato la vita alla signora Sportillo e, come anticipato, probabilmente anche alle persone che abitano nel condominio di via Nazionale.

Una storia a lieto fine che merita di essere sottolineata, dunque. Così come merita un grande plauso l’angelo-poliziotto per la sua prontezza, la sua determinazione e il suo acume.

Piero Miolla

Commenta l'articolo