Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota del segretario generale della Femca Cisl Basilicata, Francesco Carella, a margine di un incontro istituzionale relativo alla vertenza della Branza Plastica.

“Nel corso dell’incontro che si è tenuto ieri in Regione sulla vertenza Brianza Plastica, alla presenza dell’assessore alle attività produttive Roberto Cifarelli, è emersa la comune volontà da parte di sindacati, azienda e governo regionale di investire della questione il ministero del lavoro, con l’obiettivo di ottenere una prolungamento in deroga del contratto di solidarietà ed evitare i 9 esuberi annunciati dal gruppo.

Oggi possiamo dire di aver fatto un piccolo passo in avanti – è il parere di Carella – ma il lavoro fatto finora non servirà a nulla se chi andrà al governo della regione non metterà in campo una strategia di rilancio industriale seria che abbia il suo baricentro proprio nella Valbasento. Occorre in tal senso parlare chiaro e agire concretamente su due punti: le bonifiche ambientali e la Zes. Solo una Valbasento che torni appetibile per nuovi investimenti potrà dare all’industria del materano una chance di rilancio e di creazione di nuova occupazione”.

Commenta l'articolo