Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Pino Lacicerchia, candidato alle elezioni europee European Green Party e di Vito Morcinelli, coordinatore provinciale dei Verdi Basilicata, in merito alle nomine del Comune di Matera per il Parco della Murgia.

“Le scelte del Comune di Matera, del sindaco e della sua maggioranza, di indicare nel direttivo del Parco delle chiese rupestri e della Murgia materana il Sig. Angelino rispondono alle logiche di lobby che sicuramente non hanno alcuna attenzione dei Verdi di Basilicata e italiani impegnati nella tutela del paesaggio e dell’ambiente. Il fatto che si voglia mettere in quota ai Verdi tale nomina offende e danneggia la nostra formazione politica e noi smentiamo categoricamente che tale persona sia a noi riconducibile, è d’altronde sotto gli occhi di tutti la sua campagna elettorale per le regionali per il PD ed in particolare per qualche candidato ed evidentemente tale nomina è la ricompensa per tale azione . Diffidiamo quindi chiunque ad insistere su tale tema: il sig Angelino è fuori dai Verdi , non li rappresenta e il suo rapporto con il Comune d Matera è solo funzionale alla difesa di interessi di lobby economiche e imprenditoriali distanti anni luce da noi. Chiediamo al Sindaco di prenderne atto e di smetterla di avvallare, con il suo silenzio, questa versione dei fatti. Dicano chiaramente che sono altri i motivi di tale nomina anche perché non c’è alcun consigliere comunale dei Verdi e non c’è alcuna maggioranza comunale di cui noi facciamo parte e annunciamo la nostra presenza alle amministrative del 2020 sicuramente alternativi a questo blocco di potere che dell’ambiente , del paesaggio , delle risorse naturali e del patrimonio culturale della città è interessata solo per farne business senza alcuna visione del futuro e delle necessarie attività di tutela e valorizzazione sostenibile della città e del territorio murgiano.

Insistendo in tale direzione ci vedremo costretti alle opportune azioni legali a tutela dell’immagine della nostra forza politica che viene gravemente danneggiata. I Verdi non sono alla ricerca di posti di sottogoverno ma vogliono proporre una Matera e una Basilicata internazionale , protagonista delle lotte al cambiamento climatico , innovativa e sostenibile”.

Commenta l'articolo