“Abbiamo raggiunto l’obiettivo salvezza e quindi possiamo dire che la nostra stagione è stata positiva, sebbene con qualche difficoltà di troppo”. Il commento è di Raffaele Oliva, presidente del Montescaglioso salvatosi all’ultima giornata nel campionato di Eccellenza, dopo una stagione molto diversa dalla prima, nel corso della quale la squadra biancazzurra accarezzò per molto tempo anche il sogno playoff.

“Ci sono stati alti e bassi – ha aggiunto il massimo dirigente montese – ma alla fine il traguardo è stato tagliato con successo, e questo conta. Certo, rispetto alla stagione precedente la situazione è cambiata totalmente, ma nel girone di ritorno in più di qualche occasione abbiamo potuto ammirare nuovamente il Montescaglioso che eravamo abituati a conoscere. I motivi di una stagione altalenante? Possono essere molteplici, ma l’importante è che ci sia salvati: per questo voglio nuovamente ringraziare tutti i giocatori, il tecnico Pasquale Martinelli, i suoi collaboratori e i dirigenti. Ma, soprattutto, mi preme ringraziare i nostri tifosi, come sempre molto generosi e appassionati nel sostegno alla squadra”.

Insomma, tutto è bene ciò che finisce bene. Ora, però, bisogna programma il futuro. O forse è ancora presto? “In realtà ci stiamo guardando intorno a trecentosessanta gradi – ha spiegato Oliva – e possiamo dire che in questo momento il Montescaglioso è un cantiere aperto. Di sicuro, però, noi ci saremo anche l’anno prossimo perché la nostra è una realtà consolidata nel panorama calcistico lucano”.

Con quali prospettive? Questo non è ancora chiaro, a sentire Oliva. “Potrebbero esserci anche prospettive interessanti, ma è presto per dirlo. Come ho spiegato la società si sta muovendo sotto vari punti di vista: quando avremo terminato i nostri giri d’orizzonte faremo un bilancio e programmeremo”.

Piero Miolla

Commenta l'articolo