Amabili Confini

Alle ore 19 di venerdì 17 maggio, nella cornice del Castello del Malconsiglio di Miglionico, sarà l’Associazione “Culture in Movimento” ad ospitare il noto scrittore Eraldo Affinati nell’ambito del progetto di rigenerazione sociale delle periferie di Matera, ideato da Franco Mongiello e promosso dall’Associazione “Amabili Confini”.

Quest’anno per la prima volta, infatti, “Amabili Confini” ha davvero travalicato i confini locali che racchiudono la Capitale Europea della Cultura attraverso il coinvolgimento di alcune storiche associazioni che hanno sede in altrettanti  importanti comuni della provincia, quali Irsina, Montescaglioso e Miglionico. Una circostanza che ha riscosso ampio apprezzamento da parte del gruppo dirigente dell’associazione miglionichese che, negli anni, ha maturato una significativa esperienza nel settore letterario.

“E’ la prima volta che un’associazione materana mostra attenzione per il nostro territorio  -ha detto la presidente di Culture in Movimento Graziana Ventura-, un territorio ricco di arte, storia e cultura, le cui peculiarità sono state colte dal presidente Franco Mongiello, a cui va il merito di essere riuscito a promuovere quell’ampio coinvolgimento, soprattutto delle scuole, che è presagio di un successo assicurato”.

Ragazzi e meno giovani si sono cimentati attorno al tema “Orizzonti” con i loro componimenti poetici e letterari di cui si discuterà alla presenza del noto scrittore Eraldo Affinati, autore di romanzi di grande successo, più volte finalista al premio Strega il cui nuovo romanzo “Via della pazza classe” edito da Mondadori, è tra i libri più venduti dell’anno.

Sarà lo stesso Eraldo Affinati, tra l’altro, a dialogare con i ragazzi, sviluppando una discussione sul significato della parola “Orizzonti”, coadiuvato da Graziana Ventura, Marzia Dalessandro e Brunella Persia.

Commenta l'articolo