Sarà presentato giovedì 13 giugno alle 19, nel Cinema Piccolo di Matera, il nuovo progetto della “Coalizione Civica per Matera”, funzionale alle elezioni amministrative del 2020. Si tratta di un movimento civico di singoli e associazioni materane che vuole rimettere al centro la comunità cittadina e prepararsi, insieme a chi vorrà farne parte, per le prossime elezioni.

Di seguito il testo dell’appello che potrà essere sottoscritto collegandosi al sito www.coalizionecivicamatera.it.

“Matera sta vivendo il momento di più alta visibilità della sua storia millenaria e contemporaneamente una crisi profonda di senso che impone risposte radicali.

Gli eventi dell’anno da Capitale europea della Cultura scorrono in un contesto di incompetenza e approssimazione amministrativa; insieme al successo di partecipazione delle iniziative pubbliche e private scopriamo i nuovi limiti della città per responsabilità di un ceto politico ripiegato su sé stesso, impegnato in lotte intestine e nel soddisfacimento di ambizioni personalistiche, che ha lasciato che il tempo passasse senza preparare la città per vivere al meglio la sua occasione più importante.

Il rischio ora è che venga vanificata l’aspettativa più grande delle materane e dei materani e cioè che vengano meno le basi per raccogliere anche nel futuro prossimo i benefici duraturi di un passaggio storico straordinario: Matera ha il diritto e il dovere di continuare a coltivare l’ambizione di diventare luogo di riferimento per un progetto di rilancio del Mezzogiorno, non per importare acriticamente modelli disfunzionali che producono disuguaglianze e precarietà ma per rilanciare l’idea di un Progetto locale di sviluppo coerente con le nostre peculiarità territoriali.
Noi vogliamo riappropriarci delle parole uguaglianza, giustizia, diritti sociali e civili, parità e aggiornarle ai tempi nuovi per far tornare la politica a vivere nelle periferie geografiche, sociali e umane.

Noi vogliamo mettere il tema del benessere sostenibile e quindi dell’ambiente al centro dei nostri pensieri per entrare in sintonia con una generazione che il mondo lo vuole cambiare nel profondo.
Per fare questo è necessario e urgente provare a costruire insieme un’alternativa di governo della città. Un’alternativa di progetto e di programma ispirata ai valori della solidarietà e dell’inclusione, dell’antifascismo e dell’antirazzismo, della partecipazione democratica e della libertà, in altre parole ai valori della nostra Costituzione.
Affinché si possa realizzare questa alternativa, è necessaria la partecipazione di tutte e tutti noi, che a quei valori e in quei valori ci riconosciamo e ci ispiriamo, quotidianamente. Perché insieme, attraverso un percorso aperto, condiviso e partecipato si possa dar vita ad un movimento fatto di donne e uomini che credono ancora nella possibilità di considerare la politica e l’azione di governo un servizio per l’intera collettività e non un affare per pochi intimi.
Facciamo appello, quindi, a chiunque come noi è convinto che Matera meriti un’attenzione migliore di quella che gli è stata riservata negli ultimi anni, a partecipare affinché si possa cominciare a vivere la nostra Città, come meritiamo: da protagonisti e non da comparse.
Insieme è possibile.
Avviamo da subito una campagna di ascolto dai quartieri di periferia al centro della città e poi attraverso tavoli di analisi e di confronto tematici procediamo alla stesura partecipata di un programma per la città coinvolgendo il più ampio spettro di forze civiche, sociali ed economiche.”

Commenta l'articolo