Epilogo del campionato femminile di Prima Divisione. Il Camarda Volley Bernalda vince al tie-break, gara 2 di finale, ma è la Cutolo Rionero ad accedere in serie D. Le bernaldesi di Michele Russo, infatti, nonostante il successo per 3-2 (parziali 25-23, 16-25, 25-18, 14-25 e 15-13), pagano dazio alla sconfitta per 0-3 rimediata sul campo vulturino nella partita di andata. Il Rionero, oltre alla promozione diretta, acquisisce anche il titolo di campione regionale. Per le joniche, invece, la speranza, abbastanza concreta, di un ripescaggio nella serie superiore, in qualità di finalista di questa stagione. In vista dell’allargamento numerico del torneo di D.

Soddisfatti, per la grande prova agonistica delle loro ragazzine, tutte under, a differenza delle avversarie di turno, che schieravano giocatrici anagraficamente più esperte, il tecnico del Camarda Russo e il diesse Dino Briglia. Fiduciosi, entrambi, nel successivo salto di categoria. Ad assegnare i Trofei di fine stagione, nel PalaGalilei di Bernalda, il presidente della Federvolley lucana Enzo Santomassimo, che afferma: “Sui ripescaggi non mi sbilancio, ma posso dichiarare che il discorso resta abbondantemente aperto per tutte quelle società che abbiano dimostrato, sul campo, nel corso della stagione, di volere una categoria superiore”.

Relativamente alle condizioni di salute del movimento pallavolistico regionale, Santomassimo aggiunge: “Dopo alcuni anni bui, siamo, finalmente, in una fase di crescita, sia in campo maschile che femminile. Si registra, infatti, uno sviluppo graduale, ma costante. Ci sono importanti segnali di risveglio. Stiamo riconquistando alcune piazze storiche come Bernalda, che avevamo perso nel corso del tempo. Se al fermento e alla volontà, si aggiungerà anche l’entusiasmo, saremo davvero sulla buona strada”.

Angelo Morizzi

Commenta l'articolo