Il grande golf si è dato nuovamente appuntamento a Metaponto, sul green del Golf Club di contrada Pizzica. Nell’ambito del circuito “Audi Quattro Cup 2019”.

Saverio Lapolla, Antonio Coviello nel settore “Netto” e Ignazio Candelli e Massimo Punzi nel “Lordo”, tutti tesserati con il Metaponto Golf Club, hanno vinto la competizione  ionica, acquisendo il diritto di partecipazione alle finali nazionali, che si disputeranno a Milano Marittina il 14 settembre, nel corso della gara intitolata “Adriatico Golf Club Cervia”.

La gara di Metaponto si è giocata con la formula delle 18 buche “greensome a coppia stableford”. Per la cronaca, i futuri vincitori della competizione nazionale otterranno, in seguito, il pass per la finale mondiale in programma, dal 22 al 26 settembre 2019,  a Kitzbuel, in Austria.

Ottime le performance fatte registrare dai giocatori di casa, assoluti protagonisti nelle varie sfide in programma.

Alla gara di qualificazione di Metaponto, hanno partecipato settanta golfisti, provenienti dai circoli di Metaponto-Bari Palese, Salerno, Barialto, Terre dei Consoli, San Domenico, Tauriana e Cosmopolitan.

Appassionati ed addetti ai lavori hanno assistito a un’avvincente e seguitissima competizione, che non ha risparmiato emozioni forti e avvincenti momenti agonistici. Nel Netto i vincitori Saverio Lapolla e Antonio Coviello hanno totalizzato 43 punti. Nel settore Lordo, invece, Ignazio Candelli e Massimo Punzi, hanno concluso con con 33 punti complessivi. Team Metapontino sempre protagonista anche per quanto riguarda il secondo posto del Netto, grazie a  Pierfrancesco Frascella e Massimo Masoni (42 punti). La medaglia di bronzo è andata a Francesco Dones e Antonio Viceconte, sempre del Metaponto Golf Club.

Ad aggiudicarsi il Trofeo possessore Audi, infine, è stata la coppia formata da Umberto Polisetti e Francesco Camaiani, in forza al Salerno Golf Club, che ha totalizzato 41 punti nella classifica generale.

Soddisfatti gli organizzatori dell’Audi Quattro Cup, sia per il prestigio della sfida, che per la presenza di tanti golfisti provenienti da vari angoli della penisola.

Angelo Morizzi

Commenta l'articolo