Di seguito il testo integrale dell’interrogazione a risposta al ministro del Lavoro, Di Maio, da parte del deputato del Pd, Michele Anzaldi, in merito alla chiusura del Cpi di Tinchi.

“Entro il prossimo 31 luglio è programmata la chiusura da parte dell’Arlab Basilicata del Centro per l’Impiego Valbasento con sede a Tinchi, frazione del Comune di Pisticci;

Suddetto CPI aveva prima sede presso l’area industriale di Pisticci Scalo per poi essere trasferito;

L’utenza del richiamato Centro per l’Impiego dovrebbe rivolgersi ai Centri di Matera e Policoro;

La chiusura dell’attività del CPI Valbasento riguarderebbe anche il sub centro di Ferrandina determinando un disagio enorme all’utenza;

È paradossale che nel mentre il Governo reclamizza il potenziamento dei Centri per l’impiego uno dei Centri per l’Impiego più importanti della provincia di Matera e anche della Regione Basilicata veda la chiusura delle sue attività;

Tra l’altro suddetto CPI è denominato Valbasento perché ricade in un territorio in cui sono presenti anche insediamenti industriali e quindi dovrebbe essere a maggior ragione rafforzato anche in vista delle politiche attive;

Si è in attesa del decreto di riparto, che risulta essere in ritardo, delle risorse per le Regioni affinchè vengano potenziate queste strutture perché ritenute strategiche per il funzionamento anche delle politiche attive collegate al Reddito di Cittadinanza;

Non è stata data comunicazione delle ragioni della prevista chiusura;

Sarà da valutare anche l’impatto che questa chiusura avrà sulle altre strutture con aumento inevitabile dei carichi di lavoro;

L’approssimazione con la quale il Governo si sta muovendo sui Centri per l’impiego evidenzia tutta la fragilità dell’impianto posto in essere;

Sappiamo che la competenza è regionale ma nel momento in cui, pur con la previsione di risorse pubbliche stanziate dallo Stato per il rafforzamento di queste strutture che dovrebbero interessare anche suddetto CPI, si apprende che un ufficio che riguarda uno dei territori più importanti viene ad essere chiuso fa sorgere molte domande;

Si chiede di sapere se il Governo risulti essere a conoscenza di quanto riportato in premessa e quali iniziative intenda attivare nei confronti della Regione Basilicata per scongiurare la chiusura del CPI Valbasento/ Tinchi e del sub Centro di Ferrandina, in considerazione della importanza che ha per il territorio suddetto CPI e per evitare disagi ad una utenza già fragile”.

Commenta l'articolo