Si è svolto al porto di Maratea il primo degli appuntamenti di MARESACRO, programma di attività culturale promosso dal FLAG Coast to Coast che ha da subito suscitato l’interesse delle comunità che annualmente si fanno carico dell’organizzazione dei riti religiosi.

Il focus del progetto è la valorizzazione del patrimonio culturale immateriale legato al mare, il cui valore non risiede nella manifestazione in sé ma nella ricchezza di conoscenze e competenze che vengono tramandate da una generazione all’altra.

Punto di partenza sono i riti religiosi che si svolgono in mare: processioni che vedono coinvolte la comunità del mare insieme a quella religiosa.

La tradizionale processione “La Madonna va per mare” si è svolta con la partecipazione di numerose imbarcazioni che, dal Porto fino all’isola di SantoJanni, hanno accompagnato l’imbarcazione con la statua. Qui è stato celebrato il rito della benedizione al mare con deposizione della corona e il successivo innalzamento della Bandiera Blu. La processione ha fatto ritorno al porto dove è stata accolta dalla banda musicale e fuochi pirotecnici. Sul molo è stata quindi celebrata la S Messa presieduta da S.E. Mons. Orofino, Vescovo di Tursi-Lagonegro.

“Un appuntamento pregno di valori sociali” così lo ha definito il Presidente del FLAG Nicola Mastromarino, che prosegue dicendo “durante lo svolgimento della manifestazione è emerso il forte legame che la comunità marateota ha con il mare e che ha trovato il suo apice nel momento di celebrazione del rito di benedizione delle acque, di deposizione della corona e di innalzamento della bandiera blu sull’isola di Santo Janni”.

MARESACRO parte pertanto dall’appuntamento di Maratea per proseguire sulla costa ionica con gli appuntamenti dedicati ai riti sacri nei mari di Basilicata, ma senza fermarsi a questo.

Obiettivo ulteriore sarà di sviluppare, anche nei mesi successivi a quelli estivi, un programma di attività dalle quali emerga da un lato la sacralità del mare, dall’altro le nuove opportunità per il rilancio dei territori costieri e insieme delle attività economiche, produttive, turistiche.

Commenta l'articolo