Il coach bernaldese Giuseppe Delia, 31 anni, approda su una panchina dell’A1 femminile di basket. Sarà il vice coach di Sandro Orlando sulla panchina della PB63 di Battipaglia. Delia rivestirà compiti importanti anche nel settore giovanile, sia maschile che femminile, della compagine campana, nonché sarà il responsabile del settore Minibasket. Delia, che ha giocato e allenato anche a Bernalda, nella Cestistica, vanta un curriculum di tutto rispetto. Ai tempi degli studi universitari, inizia la sua carriera di tecnico nel settore giovanile del Chieti. Da vice allenatore vince, col team abruzzese, il campionato di B2, ma anche il torneo Under 17 maschile come coach. Oltre che un torneo di serie D maschile con la formazione minore. Quindi si sposta a Roma, come guida della Stella Azzurra, prima dell’esperienza a Bernalda. Nel 2014 è ad Agropoli, dove conquista, da vice, il campionato di serie B maschile, ottenendo anche la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia, ripetendosi nel successivo torneo di A2. Infine l’esperienza in Toscana, ad Arezzo, come coach del team di serie C Silver e delle formazioni giovanili. Ora l’esperienza con la Battipagliese di A1 femminile.

“Mi ha subito colpito il progetto ambizioso della società – afferma Delia -. La PB63 è una delle squadre meridionali più vive e ambiziose. Per me sarà la prima volta nel settore rosa. Un arricchimento di esperienza notevole. Ritengo, tuttavia, che il linguaggio della pallacanestro sia universale, pur con alcune differenze tecnico-tattiche. Avrò l’opportunità di lavorare al fianco di un allenatore di assoluto valore come Sandro Orlando. Ad ogni modo sarà importante l’aspetto psicologico. Quanto agli obiettivi della squadra li scopriremo assieme, ma sempre lavorando con la mentalità vincente e con un gruppo che abbia la voglia di crescere e migliorarsi. Un grazie – conclude Delia –  a Giancarlo Rossini e alla PB63 per avermi scelto, e a Luigi Continolo dell’agenzia Iam per avermi offerto la migliore opportunità possibile”.

Angelo Morizzi

Commenta l'articolo