Poker di acquisti e un nuovo direttore sportivo per il Pomarico che si appresta a disputare la seconda stagione consecutiva in Eccellenza. In attesa di conoscere il nome del nuovo tecnico, la squadra cara al presidente Raffaele Calabrese ha acquistato il portiere Silvio Salerno, l’anno scorso al Ferrandina, i difensori Felice Varisco e Paolo Giasi e la mezza punta Domenico Grittani, tutti e tre provenienti dal Montescaglioso. Nel contempo, il nuovo direttore sportivo Antonio Epifania ha trovato l’intesa anche per la prossima stagione con i confermati Carlo Montano, Pablo Gambetta, Fomo Hervè Youmbi, Jonathan Delgado e Salvatore Dinisi. Infine, Roberto Glionna coadiuverà il nuovo tecnico che, come detto, non è stato ancora individuato. Nonostante tutto, la squadra è già in ritiro precampionato e svolge le sue sedute di allenamento a Matera, presso il centro tecnico Gaetano Scirea. Nei prossimi giorni sicuramente Difigola e Calabrese annunceranno altri acquisiti e nuove conferme, ma, come è ovvio, le attenzioni dei tifosi sono a questo punto tutte su chi condurrà la squadra l’anno prossimo.

“Puntiamo a disputare un campionato diverso da quello dell’anno scorso – ha dichiarato il presidente Calabrese – quando il Pomarico lottò per non retrocedere e si salvò solo all’ultima giornata. Abbiamo acquistato giocatori di categoria, molto esperti e che conoscono bene l’Eccellenza lucana. A loro abbiamo affiancato alcuni confermati ma è chiaro che la rosa non è ancora completa. Nei prossimi giorni annunceremo il nome del nuovo allenatore e, con lui, procederemo a rimpinguare il lotto dei giocatori a sua disposizione”. Sta nascendo, dunque, un Pomarico con una nuova filosofia e nuovi obiettivi, ma senza voli pindarici. “Assolutamente sì: vogliamo dire la nostra in campionato ma è bene precisare che di sicuro non puntiamo al vertice. Puntiamo, invece, a giocare sul sintetico della Manferrara che dovrebbe essere pronto a metà ottobre”, ha concluso il massimo dirigente.

Piero Miolla

Commenta l'articolo