“Abbiamo formalmente chiesto al nuovo direttore generale della presidenza della Giunta regionale l’adozione dell’avviso pubblico per l’accoglienza di almeno di 200 migranti stagionali per il superamento del ghetto della Felandina. Tale misura è stata finanziata dal ministero del lavoro, unitamente al Centro Di Palazzo S. Gervasio in fase di apertura, con il progetto Suprime Piu presentato nel 2017 dalla Regione. I relativi fondi soni stati accreditati”. Lo ha dichiarato Pietro Simonetti, del Tavolo Antocaporalato del Ministero del Lavoro.
“Sulla base del provvedimento adottato per l’area del Bradano è possibile individuare strutture e gestori per l’accoglienza in siti che hanno già ospitato migranti nel recente passato e creare l’alternativa al ghetto che dovrà essere superato anche in relazione agli orientamenti assunti nel Tavolo anticaporalato del Ministero del lavoro, nella Conferenza delle Regioni, nel Tavolo Regionale con il sostegno delle parti sociali, dell’Anci e del volontariato.
Al momento – ha aggiunto Simonetti – risultano finanziati, tenuto conto dei progetti presentati con le altre Regioni del Sud, 15 interventi per l’occupazione dei giovani lucani e l’integrazione migranti per complessivi 16 milioni. L’Arlab ha da tempo iniziato il lavoro di predisposizione degli avvisi pubblici con il sostegno del gruppo di assistenza tecnica.
Con l’insediamento dei nuovi Dirigenti dei Dipartimenti diventa urgente procedere ai provvedimenti amministrativi anche per evitare di perdere i finanziamenti Ue e Pon vincolati a precise tempistiche di attuazione”

Commenta l'articolo