Due operai che stavano ispezionando un pozzetto della discarica di contrada “Cugno di Mango” di Aliano, dismessa dal 2013, sarebbero rimasti intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio.

Al momento le notizie sono frastagliate, ma più fonti parlano, purtroppo, di un possibile doppio decesso. Secondo i Carabinieri sarebbe stato estratto dal pozzetto il corpo di uno dei due operai e, in queste fasi, sarebbe in corso il tentativo di rianimarlo. Si attenderebbe l’esito dell’operazione e, nel contempo, anche l’estrazione del corpo del secondo operaio.

Inutile nascondersi dietro un dito: le autorità lasciano intendere che c’è concreto rischio che i due operai siano deceduti. Un terzo operaio che era in loco, non avendo probabilmente più cenni dai suoi colleghi ha subito dato l’allarme chiamando i Vigili del Fuoco, che, intervenuti, avrebbero subito appurato la presenza nella vasca di monossido di carbonio.

Sul posto, oltre ai pompieri, anche i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pisticci, il 118 e i rappresentanti istituzionali del Comune di Aliano.

Seguiranno aggiornamenti

Commenta l'articolo