Di seguito una nota dei consiglieri comunali di opposizione di Montescaglioso.

“I consiglieri comunali di opposizione Rosa Anna Cifarelli (capogruppo Monte in Testa), Gianna Racamato (Monte in Testa), Raffaele Rizzi (Monte in Testa), Pina Venezia (Monte in Testa), Giuseppe Ditaranto (capogruppo Movimento 5 stelle) e Maria Scaramuzzo (capogruppo Gruppo Idea) plaudono alla iniziativa spontanea e popolare di supporto alla loro azione contro la decisione del sindaco Zito e la sua Giunta di consentire ad alcune ditte di appropriarsi del cimitero comunale per costruire un forno crematorio. Ci siamo opposti con forza e determinazione appena appreso che una disarticolata e carente proposta di un project financing, in barba alle leggi che prevedono un passaggio in consiglio comunale, un approfondimento istruttorio e una variazione di Consiglio Comunale del piano dei lavori pubblici, si era trasformata in una determinazione di aggiudicazione in data 2/8/2019.

Immediatamente, quindi dai primi giorni di agosto, abbiamo denunciato pubblicamente con lettere aperte e comunicati stampa lo scorretto operato del sindaco, che per un banale introito economico per le casse comunali svende il futuro della nostra città, esponendo la comunità a rischi per la salute e l’ambiente, oltre che compromettere lo sviluppo economico.

I consiglieri comunali hanno sollecitato alcuni enti a verificare quanto prima la correttezza della procedura seguita, hanno chiesto un Consiglio Comunale aperto agli interventi del pubblico e di indire un referendum consultivo sul delicato e complesso tema della costruzione di un Tempio crematorio nel cimitero comunale che dista a pochissimi metri da abitazioni e attività produttive e commerciali.

Pertanto l’azione di sensibilizzazione con l’avvio di una petizione popolare non può che essere di stimolo e sostegno alla nostra azione che non si esaurirà fino a quando il sindaco non addiverrà a miti consigli”.

1 commento

Commenta l'articolo