Buone prestazioni degli arcieri lucani ai campionati italiani Campagna di Tiro con l’Arco. L’evento tricolore, che metteva a confronto tiratori provenienti da tutta Italia, si è disputata in Calabria a Santo Stefano in Aspromonte. Il promettente Antonio Caiafa, degli Arcieri Bernalda, campione regionale dell’Arco Olimpico Allievi, è giunto sesto nella gara calabrese, conquistando 353 punti, appena uno in meno dell’arciere arrivato quinto. Sostanzialmente regolari i tiri di Caiafa, che ha totalizzato, però, molti più “cinque”, ben 21, che “sei”, ossia i punteggi massimi previsti.

La migliore prestazione degli arcieri lucani è stata quella ottenuta da Daniele Miglionico nella specialità dell’Arco Nudo, categoria Allievi. E’ giunto terzo, sommando ben 267 punti complessivi con ben sei punteggi pieni. Si è dovuto accontentare del sesto posto, invece, Egidio Carlomagno degli Arcieri Appennino Lucano che, nell’Arco Nudo Master, ha totalizzato 291 punti, ad appena due incollature dal quinto classificato. A Carlomagno non sono bastate le 11 frecce a punteggio massimo di “sei”. Nonostante la spedizione lucana sia giunta a Santo Stefano in Aspromonte, in numero alquanto risicato, i risultati ottenuti sono di assoluto valore. A testimonianza dei progressi costanti che si stanno realizzando nel tiro con l’arco in Basilicata.

Gli arcieri lucani, oltre che nel campionato italiano, sono stati impegnati anche in una gara interregionale a Pontecagnano, nel Salernitano. Due le affermazioni dei portacolori regionali. Su tutti il bernaldese Marco Marsiglia, in forza all’Aquarium Team di Potenza, vittorioso nell’Arco Compound senior maschile. Successo pure per Nicolò Rizzuti degli Arcieri Lucani Potenza, nell’Arco Olimpico Giovanissimi. Medaglia d’argento, invece, per Marianna Milano degli Arcieri Lucani, categoria Giovanissime Arco Olimpico. Nell’Arco Olimpico senior maschile, infine, Massimiliano Orlando, degli Arcieri Matera, si è classificato al quarto posto della competizione campana.

Angelo Morizzi

Commenta l'articolo