Dal 2 settembre al 17 ottobre, Gruppo VéGé e Legambiente in prima linea per la pulizia di 60 spiagge italiane. Il tour per sensibilizzare sul futuro dei nostri litorali e del mare toccherà tutto lo Stivale e coinvolgerà anche i cittadini che potranno partecipare attivamente iscrivendosi sul sito www.ripuliamolespiagge.it.

La campagna arriverà in Basilicata con due iniziative il 14 settembre: alle ore 10 al lido di Policoro, e alle ore 15:30 al lido Metaponto.

L’iniziativa è svolta in collaborazione ai Circoli Legambiente di Pisticci, Policoro e Montalbano, ai Comuni di Bernalda e Policoro, alle associazioni locali culturali e di volontariato, alle Ditte incaricate per la raccolta dei rifiuti raccolti dai volontari che parteciperanno.

I rifiuti continuano a invadere i nostri litorali: 968 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia di cui l’81% rappresentato dalla plastica: L’usa e getta di plastica la fa da padrone: sulle 93 spiagge monitorate sono state monitorate 34 stoviglie ogni 100 metri di spiaggia (tra piatti, bicchieri, posate e cannucce) e raccolte oltre 10.000 tra bottiglie e contenitori di plastica per bevande, inclusi i tappi*.

Questi numeri testimoniano l’importanza della lotta all’utilizzo e alla dispersione nell’ambiente della plastica monouso. Proprio in quest’ottica nasce il progetto “Ripuliamo le spiagge”.

Tutte le informazioni sul progetto, le tappe, le date e le modalità di partecipazione sono disponibili sul sito www.ripuliamolespiagge.it; inoltre, un costante aggiornamento per i cittadini è a disposizione seguendo sui social network #ripuliamolespiagge.

“Al diffondersi di un mare di plastica, Gruppo VéGé risponde con il progetto “Ripuliamo le Spiagge” e si mette in prima linea, insieme ai suoi imprenditori e dipendenti, promuovendo stili di consumo sostenibili,” – spiega Giorgio Santambrogio, Amministratore Delegato di Gruppo VéGé “Inoltre il Gruppo si è impegnato, all’interno dei punti di vendita, ad accelerare i tempi della programmata rimozione dagli scaffali delle stoviglie usa-e-getta, dismettendo definitivamente tutte le stoviglie in plastica monouso entro il 30 giugno 2020, quindi in netto anticipo rispetto all’entrata in vigore della legge che impone la loro rimozione dagli scaffali nel 2021”.

“Il coinvolgimento dei cittadini e dei consumatori è un passo fondamentale nel contrasto all’emergenza mondiale dei rifiuti in mare – dichiara Stefano Ciafani, Presidente di Legambiente. Grazie a campagne di pulizia come questa, tutti possono fare un gesto concreto per l’ambiente. Al contempo, l’obiettivo è quello di prevenire l’arrivo dei rifiuti in mare e sulle spiagge, cambiando i nostri stili di vita e di consumo, quotidianamente. Il protagonismo e la responsabilità dei cittadini, insieme alle politiche dei governi nazionale e locali, delle imprese e dell’industria possono fare davvero la differenza nel ridurre i rifiuti, gestirli correttamente con l’economia circolare e arginare un fenomeno devastante per l’ecosistema marino, i suoi abitanti e l’economia del turismo”.

*Fonte Legambiente – Beach Litter 2019

Per ulteriori informazioni sul progetto e per partecipare www.ripuliamolespiagge.it

Commenta l'articolo