E’ fuori uso praticamente da qualche mese l’eco compattatore di Pisticci paese, ubicato nel piazzale tra i rioni Cammarelle e Loreto. Presentato come un sistema premiale legato alla differenziazione della plastica e delle lattine di alluminio, il marchingegno ha smesso da tempo di “premiare”, sembra a causa delle difficoltà economiche in cui verserebbe la ditta fornitrice. L’unica cosa certa, al momento, è che l’eco compattatore non funziona.

La presenza di eco-compattatori, a Pisticci e Marconia, fu resa possibile grazie ad una convenzione tra Comune, Riciclia e Teknoservice: questi apparecchi dovevano servire ai cittadini per differenziare bottiglie di plastica, flaconi, lattine in alluminio e tappi e, nel contempo, ricevere buoni sconto da utilizzare nelle attività commerciali convenzionate. Per un certo periodo, in effetti, hanno assicurato la loro funzione, ma, come segnalatoci anche da un lettore residente a Pisticci, da tempo (pare circa quattro mesi) quello del centro basentano ha smesso di funzionare, mentre, si è appreso, quello di Marconia funziona come differenziatore, ma non assicura più il sistema premiale.

La domanda nasce spontanea: perché da Palazzo Giannantonio non si rende noto ufficialmente cosa è accaduto? Ci sono previsioni in merito all’eventuale ripristino? Se davvero la ditta fornitrice è in difficoltà economiche, come intende superare questa impasse l’Amministrazione comunale?

Inutile ribadire che la presente segnalazione non ha l’obiettivo di polemizzare, ma solo di fare chiarezza e di dare seguito a quella collaborazione tra cittadini e istituzioni che già, nei giorni scorsi, aveva portato alla risoluzione di qualche piccolissimo problema.

Crediamo, in ogni caso, che i cittadini abbiano il diritto di essere informati.

Piero Miolla

Commenta l'articolo