Prima edizione del Premio Dinu Adamesteanu, a Policoro, in Piazza Eraclea, sabato 24 agosto. Alla presenza di importanti rappresentanti istituzionali, si e’ svolto un focus di grande spessore culturale, ideato e realizzato dall’Associazione culturale Idealmente, nella persona del suo presidente Franco Labriola, che ha voluto onorare la memoria di Dino Adamesteanu, padre dell’archeologia lucana e nazionale, cittadino del mondo e policorese d’adozione. L’iniziativa fa seguito al murale voluto dall’associazione culturale Idealmente, e realizzato dall’artista di pixel art, Arcadio Pinto, in arte Krayon, con il quale la Città di Policoro ha inteso omaggiare la figura del Grande Maestro. Il progetto dedicato al grande archeologo, di fama internazionale, muove i primi passi grazie al bando “Progetti di Comunità di Magna Grecia 2019”, della Fondazione Matera Basilicata 2019. Questa edizione rappresenta il lancio ufficiale del premio che intende valorizzare i lavori di giovani studenti universitari, in campo archeologico, attinenti al periodo Magno Greco. Sarà, a tal fine, predisposto un apposito bando e gli studenti potranno proporre studi e ricerche valutati da una giuria di esperti. I più meritevoli saranno premiati con borse di studio.

Nel corso della serata in Piazza Eraclea, condotta da Antonella Gatto, ospiti prestigiosi si sono alternati sul palco a cominciare dal Sindaco di Policoro Enrico Mascia, per i saluti istituzionali e, a seguire, la dottoressa Mariana Adamesteanu, nipote del grande maestro, Marta Ragozzino, dirigente del Polo Museale della Basilicata, la scrittrice Marinella Fiume, l’Ambasciatore Italiano in Svezia Mario Cospito, l’Avv. Vincenzo Santochirico, Presidente della “Fondazione Sassi”, il Dottor Savino Gallo, direttore del Museo della Siritide di Policoro e Metaponto e l’assessore del Comune di Policoro, Avv. Titti Cacciatore. Antonio Orlando, ideatore e conduttore della trasmissione voxLIBRI, ha dato vita ad un salotto letterario con alcuni protagonisti della serata, approfondendo il ricordo e la conoscenza del professore Adamesteanu. La Manifestazione ha avuto inizio con una mostra fotografica dei paesaggi del vissuto del padre dell’archeologia, curata dall’artista Donato Fusco, trenta opere di arte visiva, in fotografia, che i cittadini di Policoro potranno ammirare, nei locali comunali di Piazza Eraclea, fino al 1 settembre. Il curatore della mostra ha realizzato, anche, il video “Siris Herakleia, Una Bella Scoperta”, che è stato proiettato nel corso della serata. L’Ambasciatore d’Italia in Romania, pur non potendo partecipare all’evento, ha voluto rivolgere i più sentiti ringraziamenti e sincere congratulazioni all’Associazione Idealmente, ai Comuni di Policoro, Matera e alla Fondazione di Matera Capitale Europea della Cultura, per il grande impegno profuso nell’omaggiare la figura dell’illustre connazionale, Adamesteanu. Di uguale avviso Andrea De Siena, primo allievo e, poi, stretto collaboratore di Dinu Adamesteanu. Il giovane e talentuoso cantante, Vincenzo Muscetta, invece, ha allietato il pubblico presente, con cover e brani personali.

Dinu Adamesteanu ha donato al Museo Archeologico della Siritide un grande patrimonio di studi e ricerche, che potrà essere fruibile dai giovani che vorranno approfondire le scoperte fatte, soprattutto, nel periodo Magno Greco. E’ indispensabile far conoscere meglio la figura di questo grande studioso, così come le sue scoperte, che hanno rivoluzionato il mondo dell’archeologia. Adamesteanu fu il primo studioso ad utilizzare la foto area per analizzare e studiare il territorio, ed a creare, preservare e sviluppare l’allestimento di musei nelle stesse zone di rinvenimento degli scavi archeologi. In virtù di questi studi e delle queste scoperte è stato possibile introdurre concetti nuovi, come quello di polo museale. L’auspicio del Presidente dell’Associazione Idealmente, Franco Labriola, è che al grande archeologo venga, presto, intitolata una fondazione, attraverso iniziative, come quella di sabato, ed il lavoro svolto dalla sua associazione. Il Sindaco di Policoro, Enrico Mascia, ha sottolineato come l’evento abbia voluto celebrare la grandezza di un uomo che ha fatto grande la Città di Policoro. Un’importante serata per onorare la memoria di Dinu Adamesteanu, che sapeva coinvolgere e rendere partecipi i suoi collaboratori; con la semplicità di un sorriso riusciva ad annullare le distanze con i suoi interlocutori, e con la sua professionalità e il suo ingegno ha lasciato alla comunità di Policoro, e non solo, un’eredità importante.

Commenta l'articolo