Di seguito una nota di Pietro Simonetti, del tavolo nazionale anticaporalato del ministero del Lavoro.

“Nell’area di Mulini Le Matinelle, Comuni di Venosa e Palazzo San Gervasio, sono entrati di nuovo in azione gruppi di caporali stranieri e locali per costruire capane e strutture abusive da affittare ai lavoratori stagionali da impegnare nella campagna di raccolta del Pomodoro in contrapposizione all’utilizzo del Centro pubblico di Palazzo. I caporali indisturbati, nessun intervento e’stato fatto al momenti dalle autorità locali responsabili del controllo del territorio rispetto alla occupazione di suoli, ruderi ed altro, sono interessati allo sfruttamento dei lavoratori stagionali, alla fornitura di posti letto nelle capanne, al vitto, trasporto per intascare parte del salario che riceveranno.

E’ auspicabile che il centro venga aperto subito con tutti  servizi previsti e una corretta gestione.

Nel contempo si rende necessario l’individuazione dei caporali ed il blocco del completamento della costruzione  del ghetto.
Si ricorda che negli ultimi cinque anni nelle strutture pubbliche sono stati ospitati oltre 2000 migranti, assunti regolarmente, 2500 stagionali, sperimentato il sistema di trasporto con navette a chiamata. occorre anche che la Regione provveda alla pubblicazione dell’avviso per la ricerca nell’area metapontina di 200 posti e relativi servizi, già finanziati dal Ministero del Lavoro, per dare risposte agli stagionali ex getto de La Felandina”.

Commenta l'articolo