Di seguito una nota di Michele Fasanella, di Mgs Basilicata, sulla nomina di Speranza a ministro della Salute.

“Roberto Speranza, segretario di Articolo Uno, è il nuovo Ministro della Salute del Governo Conte II. A lui rivolgo gli auguri di buon lavoro, a nome mio e di tutto il Movimento Giovanile della Sinistra di Basilicata. Tutti noi ragazzi siamo finalmente ripagati degli sforzi della faticosa campagna elettorale 2018.

Speranza è chiamato a presiedere un Ministero molto delicato. Oggi la Salute è un tabù per milioni di italiani. Sempre più persone non hanno i soldi per curarsi o ne spendono troppi per le proprie tasche; sempre più persone subiscono l’angoscia delle interminabili liste d’attesa; sempre più persone temono di trovarsi invischiate in episodi di malasanità. A costoro Roberto dovrà e saprà dare una risposta.

Il tema della Salute riguarda tutti: dai molti anziani in difficoltà ai molti giovani medici senza sbocchi. Ma riguarda soprattutto il Mezzogiorno, sguarnito di infrastrutture e personale, e soprattutto la Basilicata, in cui la Sanità svolge un ruolo sempre più importante (e purtroppo sempre più controverso). Sono certo che Speranza vorrà e saprà rispondere alle domande di giustizia sociale provenienti dai tanti meridionali e lucani che hanno bisogno di una Sanità al reale servizio dei molti e non dei (soliti) pochi”.

Commenta l'articolo