“La sentenza del TAR Puglia ci conferma che ci sono nodi fondamentali da sciogliere per avere un sistema produttivo e socioeconomico sano. Il caso che illustreremo durante la conferenza stampa di giovedì dimostra che la concertazione tra grandi gruppi dell’industria molitoria e pastaia è finalizzata a tenere artificialmente bassi i prezzi all’origine, a danno degli agricoltori e dei consumatori. Tutelando i prezzi all’origine, rispettando il divieto di vendita sottocosto e applicando le norme sulle pratiche sleali, peraltro, si combatterebbe quel fenomeno odioso che è il caporalato”.

 

Lo ha dichiarato il senatore Saverio De Bonis nell’annunciare la conferenza stampa dal titolo “Come si formano i prezzi in agricoltura? Il caso del grano duro e la sentenza del TAR Puglia”, che si terrà giovedì 10 ottobre alle ore 14.00 nella sala Caduti di Nassirya del Senato, a Palazzo Madama. 

 

Relatori della conferenza, introdotta dal senatore De Bonis e moderata da Valentina Nicolì, saranno l’avvocato Giuseppe Delfino, l’avvocato Giovanna Mevoli e l’economista Andrea del Monaco.

Commenta l'articolo