E’ sempre il tempo di donare perché “INSIEME POSSIAMO COSTRUIRE IL PUZZLE DELLA VITA”. E’ questo il messaggio che parte da Roccanova, dove l’AVIS locale organizza in collaborazione con doMos Basilicata e l’associazione “Il Piccolo Principe Domenico Generoso” una giornata informativa sulla donazione del Midollo Osseo,  che si terrà sabato 5 ottobre dalle ore 17:00,  presso la Scuola Primaria di Via Vittorio Emanuele, in cui sarà possibile anche tipizzarsi tramite prelievo di sangue. Una giornata all’insegna dell’informazione e della sensibilizzazione verso un tema così importante e vitale  come quello della donazione del midollo osseo. Tra i relatori del convegno ci saranno la Dott.ssa Clelia Musto, Ematologa, Direttrice del Dipartimento di Medicina Trasfusionale di Basilicata e il dott. Carlo Gaudiano , Ematologo e Anestesista Rianimatore, che informeranno, insieme agli altri relatori della giornata,  sull’ importanza della donazione. E’ l’esperienza del piccolo Gabry a fare da motore per questa pregevole iniziativa. Come Gabry ha trovato il suo donatore compatibile,  sono ancora tanti i piccoli e grandi  eroi che aspettano il nostro aiuto! Diventare donatori è semplice e non comporta alcuna grande incombenza, se non quella di donare una speranza. I requisiti, infatti, per potersi iscrivere al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo (IBMDR) sono: avere tra i 18 e  i 36 anni non compiuti, pesare almeno 50kg e godere di buona salute.
E’ Rocco Nubile, presidente del’Avis Roccanova a spiegare che la manifestazione che è nata grazie ad una telefonata con la mamma del piccolo Gabriele a fine maggio. “Le difficoltà sono state tante – dichiara – ma non ho mai smesso di crederci e dopo 4 mesi di lavoro, di contatti, di burocrazia…è  finalmente alle porte. Siamo fiduciosi sul risultato e ci aspettiamo che anche la Basilicata risponda con un grande CUORE! E’ un regalo che mi sono fatto – ha concluso Nubile –  perché il 5 ottobre festeggerò il mio compleanno insieme ai (spero tanti) tipizzati – ho scelto questa data proprio perché spero sia una giornata da ricordare.”

Commenta l'articolo