Apprezzamento per l’ipotesi di ampliamento della Zes. E’ arrivato anche da Montescaglioso, cittadina esclusa dalla prima stesura. Il vice sindaco, Rocco Oliva, ha parlato “di grande occasione di sviluppo: ci auguriamo che, oltre ai territori indicati da Confapi, possa esserci posto anche per Montescaglioso nel cui territorio c’è una zona Pip realizzata e mai sviluppata. Riteniamo che questa possa essere l’occasione giusta per dare spazio anche al nostro territorio. La Zes può essere nuova linfa non solo per gli investitori in pectore, ma anche per chi ha già investito da queste parti ed è pronto a spostarsi nella zona Pip”.

All’indomani dell’esclusione di Montescaglioso, Oliva parlò di una “scelta senza senso” e di “montagna che ha partorito un topolino. Non ci potrebbe essere frase più adatta per descrivere quello che è stato un parto lungo e difficoltoso, con quel decantato sviluppo omogeneo, prontamente smentito da un decreto scellerato e fatto male. La Zes, ottimo volano di sviluppo e grande occasione per attrarre nuovi investitori, si dimostra al suo atto finale quanto mai incompleta e frutto di un perimetro che crea figli e figliastri. Tra i figliastri c’è anche Montescaglioso e la sua zona Pip”.

Piero Miolla

Commenta l'articolo