Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota dell’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia, sezione di Potenza.

“Il 14 agosto 2019 si è costituita la Sezione territoriale di Potenza dell’Osservatorio Nazionale sul diritto di Famiglia – Avvocati di Famiglia  – “ONDiF” –

L’Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia è un’associazione di avvocati ma aperta a tutti gli operatori del diritto di famiglia accreditata e riconosciuta presso il Consiglio Nazionale Forense come associazione specialistica maggiormente rappresentativa e associazione forense maggiormente rappresentativa, strutturata in 87 sezioni territoriali, coincidenti con altrettante sedi di tribunale, e con oltre 2500 associati.

Ha come obiettivi la ricerca e lo studio dell’evoluzione e delle tendenze del diritto di famiglia, nonché la promozione di iniziative di studio, confronto, dibattito, formazione e aggiornamento professionale nel settore del diritto di famiglia e dei minori.

Il Presidente della Sezione di Potenza,  l’Avv. Pietro Monico, ha dichiarato :

“Crediamo fondamentale,  dopo l’importante esperienza messa in campo in questi anni della  Sezione di Matera nel nostro territorio,  mettere in campo e dare il via anche a Potenza e Provincia, a questa importante realtà per poter con maggiore efficacia dare tutela e promuovere i diritti delle persone soprattutto dei soggetti appartenenti alle c.d. fasce deboli e dei soggetti vulnerabili, quali donne, persone in età evolutiva, terza età, immigrati, nell’ambito della famiglia” .

Le nostre attività sul territorio, continua l’Avv. Pietro Monico, tra le altre, “saranno finalizzate non solo all’organizzazione di attività formative, di aggiornamento, di perfezionamento e di specializzazione sul diritti di famiglia e dei minori  mediante incontri, convegni, giornate di studio, seminari, scambi culturali, forum internazionali, nazionali, locali e pubblicazioni ma, anche, alla sensibilizzazione della società civile sulle tematiche della giustizia e del ruolo della professione forense, in riferimento a quelle attinenti il diritto della persona, dei minori e della famiglia.”

Continua ancora l’Avv. Monico: “Credo che oggi la funzione dell’Avvocato, non debba fermarsi solo all’interno di uno studio professionale nel rapporto “ doveroso e sacrosanto “ con il suo cliente,  ma  debba quando possibile, uscire all’esterno e rapportarsi con tutte le realtà presenti in un territorio. La funzione sociale dell’avvocato, di questo parlo,  può generare meccanismi e processi virtuosi e di sostegno per le nostre comunità”

Per questo,  uno degli obiettivi da raggiungere, è quello di promuovere e far nascere,  sportelli di ascolto anche d’intesa con i tribunali, le procure, gli enti pubblici e privati, le istituzioni sempre nei limiti consentiti dalla legge e dalle normative, anche deontologiche, approvate dal Consiglio nazionale forense, capaci di sostenere ed aiutare le famiglie in difficoltà , vero punto di riferimento sociale.   

Sono sicuro, conclude il Presidente dell’Osservatorio,  che insieme a tutti gli attori sociali ed istituzionali, sapremo costruire ponti e momenti di confronto importanti”.

Commenta l'articolo