Una scossa di terremoto di magnitudo 4.4 è stata registrata dalla Sala Sismica INGV-Roma nel mar Tirreno meridionale alle 6.31, ad una profondità di 11 km.

Il terremoto, che ha avuto due repliche, una 6.38 e l’altra alle 7.20, rispettivamente di magnitudo 2.1 e 2.5, è stato localizzato al largo della Calabria, tanto che in numerosi centri calabresi è stato avvertito nitidamente, con molte persone che si sono precipitate in strada.

La scossa, però, è stata avvertita anche in Basilicata, nel Lagonegrese, nella zona di Senise e anche in Val d’Agri. La Protezione Civile ha reso noto che non sono stati segnalati danni, né a persone né a cose.

I sismografi hanno registrate altre due scosse alle 6.38 e alle 7.20 di magnitudo 2.1 e 2.5.

Commenta l'articolo