La capolista Elettra viaggia domani alla volta di Muro Lucano, dove affronterà il Marmo Platano con l’evidente obiettivo di difendere il primato e provare a confermarsi. I rossoblù jonici saranno ancora una volta seguiti dai tifosi che, come è ovvio, sperano nel doppio salto dalla Prima categoria all’Eccellenza. Voli pindarici? Può darsi, ma in questo frangente a Marconia l’ottimismo non manca, peraltro corroborato dalle prestazioni e dai risultati ottenuti sul campo da Mario Cirigliano e compagni. Proprio l’ariete di Marconia potrebbe essere il grande assente a Muro Lucano, anche se si spera di recuperarlo. In caso contrario, è già pronta l’alternativa. In casa Elettra, infatti, c’è sempre un “piano B” grazie ai numerosi giovani di belle speranze che fanno parte della rosa gli ordini del tecnico, Pino Viola.

Sulla gara di Muro Lucano l’analisi del presidente Salvatore Borraccia. “Gara indubbiamente difficile – ha esordito il massimo dirigente – perché quello di Muro Lucano è un campo tradizionalmente ostico. Affrontiamo una squadra che non più tardi di due settimane fa ha battuto l’Atletico Montalbano e, in generale, soprattutto in casa, sa farsi valere. Noi cercheremo come sempre di fare la nostra gara e di non distrarci, perché le distrazioni sono sempre fatali, specie in un torneo come questo caratterizzato da un sostanziale equilibrio. Il primo posto? Sicuramente ci inorgoglisce ma non ci illude. Sappiamo che il torneo è difficile e lungo, così come siamo consapevoli che il nostro obiettivo non è certo la promozione. Pertanto, il fatto di essere primi non è per niente un peso”.

Piero Miolla

Commenta l'articolo