Di seguito una nota dell’Associazione Italiana Sommelier, sezione di Basilicata:

“La regione Basilicata continua a distinguersi in ambito vitivinicolo. Nell’edizione 2020 della Guida Vitae, sono ancora una volta nove le aziende che hanno raggiunto le Quattro Viti, mentre ad una etichetta è stato attribuito il Tastevin AIS. I produttori lucani sono stati premiati nella prestigiosa Nuvola di Fuksas, a Roma, che ha fatto da sfondo alla presentazione ufficiale della Guida, lo scorso 26 ottobre. Un luogo simbolico in linea con il tema portante della sesta edizione della guida: la sostenibilità ambientale, messa in evidenza da un numero sempre maggiore di aziende che si dedicano a pratiche rispettose della natura. Circa 3.000, i produttori che si sono messi in discussione e più di 30.000 i vini degustati rigorosamente alla cieca da un migliaio di Sommelier. Tra questi sono oltre 600 i vini premiati con il massimo riconoscimento: le Quattro Viti. Ventidue sono le etichette alle quali è stato attribuito il Tastevin AIS, il prestigioso premio conferito a chi ha contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, a chi rappresenta un modello di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona e a chi ha riportato sotto i riflettori vitigni dimenticati. All’interno della guida, si ritrovano inoltre la Freccia di Cupido, assegnata ai vini in grado di suscitare emozioni al primo sorso, e il Salvadanaio, che identifica una spiccata qualità, con un occhio attento al prezzo di vendita.

Come di consueto, AIS Basilicata ha in programma l’annuale appuntamento con la Guida Vitae, in cui verranno premiati i produttori lucani. Il Castello Pirro del Balzo di Venosa sarà la cornice della presentazione dell’edizione 2020 che si terrà venerdì 29 novembre, a partire dalle ore 18.
L’evento si aprirà con i saluti del Sindaco di Venosa, Marianna Iovanni, del Presidente dell’Enoteca Regionale, Paolo Montrone, e del Presidente AIS Basilicata, Eugenio Tropeano.

Seguirà una tavola rotonda sul tema “ENOTURISMO: come trasformare il terroir in destinazione turistica”, in cui interverranno Donato del Corso, Dirigente Generale del Dipartimento Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, Francesco Perillo, Presidente Consorzio di Tutela dell’Aglianico del Vulture, Vito Cifarelli, Presidente Consorzio DOC Matera, Gerardo Giuratrabocchetti, Presidente Consorzio “Qui Vulture”. In chiusura i saluti di Francesco Fanelli, Assessore alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata. La presentazione della Guida Vitae 2020 sarà anche l’occasione per consegnare i diplomi ai neo Sommelier della delegazione AIS Vulture.

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER BASILICATA VIAMARRUCARO,7-85100 POTENZA C.F./P.IVA: 01590470769 aisbasilicata@gmail.com

“Il bilancio è molto positivo, stiamo riscontrando un grande interesse per la Basilicata, che acquisisce sempre maggiore visibilità a livello nazionale e internazionale, grazie all’Aglianico e alle altre DOC lucane. Come AIS abbiamo un ruolo importante: siamo ambasciatori del territorio, coadiuviamo i produttori nel racconto e nella promozione delle eccellenze enogastronomiche della Basilicata”, ha affermato il presidente dell’AIS Basilicata, Eugenio Tropeano.

“Ancora un grande risultato per la nostra regione, che continua a registrare una significativa crescita in ambito vitivinicolo, un trend confermato dalle 39 aziende presentate nell’APP VITAE 2020. Oltre ai conferimenti per le eccellenze, sono 26 le aziende premiate con Tre Viti e Mezzo (“vini di ottimo profilo alla soglia dell’eccellenza”), 2 con la Freccia di Cupido, e 3 con il Salvadanaio”, è stato il commento di Daniele Scapicchio, delegato del Vulture-Alto Bradano e Referente Regionale della guida.

QUESTE LE ETICHETTE PREMIATE

TASTEVIN AIS
– AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE SERPARA 2015 – Re Manfredi Cantine Terre degli Svevi

QUATTRO VITI

– AGLIANICO DEL VULTURE DON ANSELMO 2016 – Paternoster
– AGLIANICO DEL VULTURE MASQITO GOLD 2014 – Colli Cerentino
– AGLIANICO DEL VULTURE NOCTE 2015 – Terra dei Re
– AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE CARATO VENUSIO 2013 – Cantina di Venosa – AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE ELEANO 2016 – Eleano
– AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE LA FIRMA 2014 – Cantine del Notaio
– AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE MARTINO RISERVA 2013 – Martino
– MATERA MORO SPACCASASSI 2016 – Tenuta Parco dei Monaci

Commenta l'articolo