Bernalda e Metaponto viste in una luce diversa. E’ attiva ormai da qualche giorno la nuova illuminazione pubblica urbana nei due centri. Concepita secondo i più moderni princìpi dell’economicità e della sostenibilità energetica e visiva. E’ stato uno dei cavalli di battaglia dell’amministrazione civica guidata da Domenico Tataranno e ha visto in prima fila l’assessora al ramo, nonché vice sindaca Eliana Acito:

“In questi giorni – dice – stiamo attuando un ulteriore step del progetto globale di riqualificazione e adeguamento di tutto l’impianto di pubblica illuminazione del territorio; attraverso l’installazione di nuovi pali per l’illuminazione stradale che, oltre alla tecnologia led, sono caratterizzati da un design più innovativo”.

Come dire, utilità ed estetica al servizio della collettività.

“Il progetto – rileva l’amministratrice comunale – ha visto, nel tempo, anche l’installazione di torrette di alimentazione al servizio del commercio ambulante, lungo corso Umberto; impianti che saranno ulteriormente incrementati. Così come sarà estesa la pubblica illuminazione anche in quelle zone prima al buio, come il tratto finale di via della Concordia a Bernalda, nei pressi del cimitero, o la zona adiacente al villaggio “Metatur” a Metaponto. Inoltre – prosegue la vice sindaca – si è provveduto alla sostituzione di tutti gli organi illuminanti del territorio, con altri a tecnologia led, pure nel centro storico cittadino”.

Insomma, un maquillage in grande stile, che offrirà una nuova “visione” urbana di Bernalda e Metaponto. Oltre che una fruizione moderna e al passo coi tempi.

“L’effetto – afferma l’assessora bernaldese – anche dal punto di vista estetico, sarà sicuramente più apprezzabile a lavori completati, quando verranno eliminati i vecchi pali su corso Umberto. In generale, con la riqualificazione in atto, si provvederà al completamento di tutti gli step, puntando a raggiungere l’obiettivo dell’attenzione all’ambiente e alla sicurezza. Attraverso il risparmio energetico, da un lato, e il miglioramento della visibilità, dall’altro. Per questo – conclude Acito – siamo certi che l’investimento stia centrando l’obiettivo che la nostra amministrazione si era posto”.

Angelo Morizzi

Commenta l'articolo