“Abbiamo sbagliato l’approccio alla gara, regalando i primi 10’ agli avversari”.

Senza troppi giri di parole il coach del Signor Prestito, Fausto Scarpitti, ha commentato in questo modo la sconfitta casalinga per 4-5 patita dai sui ad opera del Pescara, la seconda in campionato tra le mura amiche. “Non siamo stati intensi nella pressione – ha aggiunto il tecnico molisano – che è una delle nostre caratteristiche principali, dando troppo il fianco alle loro giocate. Dopo di che, la squadra si è espressa come al solito creando una miriade di occasioni. Purtroppo non siamo stati bravi in fase di concretizzazione e, questa volta, nemmeno troppo fortunati, vista la serie esagerata di legni colpiti. Aggiungiamoci l’espulsione di Lucas Vizonan nel momento in cui giocavamo con il portiere di movimento, che ha condizionato tutto. Mi dispiace per il ragazzo, perché un’espulsione del genere, nata da un calcio involontario che sicuramente meritava l’ammonizione e nulla più, è stata esagerata. Dobbiamo però accettare anche questa e andare avanti”. In riferimento alla prossima gara di Genova, poi, Scarpitti ha ammonito: “Non sarà come all’andata e la partita con Pescara ce lo ha dimostrato: le squadre sono cambiate e quasi tutte in meglio”.

Anche il portierone Miguel Weber ha commentato la sconfitta contro gli abruzzesi. “Contro Pescara, a mio giudizio, non abbiamo giocato benissimo sbagliando qualcosa di troppo – ha dichiarato il brasiliano -. Pazienza, ma sappiamo bene che le partite di serie A sono così: molto combattute e con qualsiasi dettaglio che fa la differenza. Noi, però, non dobbiamo mollare e pensiamo già alla prossima gara, in programma venerdì in casa del Genova: sarà un’altra battaglia. Ripeto, non c’è tempo per piangere o lamentarsi: dobbiamo subito ripartire e siamo già concentrati in preparazione della trasferta in terra ligure”.

Piero Miolla

Commenta l'articolo