Due popolosi centri come Tinchi e Centro Agricolo, da tempo risparmiati da furti, tornano al centro della cronaca per alcuni episodi  verificatisi nei giorni scorsi e di cui solo ora se ne è avuta notizia. Si sono infatti, fatti rivivi i ladri che nel giro di meno di una settimana hanno preso di mira alcuni appartamenti dei due centri abitati. Tutte le operazioni malavitose, secondo quanto siamo riusciti a sapere, sarebbero avvenute nelle ore serali o in piena notte. Tre degli appartamenti presi di mira, ci è stato spiegato, a quell’ora non registravano la presenza di persone in casa, mentre per l’altra abitazione, i malviventi sarebbero addirittura riusciti ad entrare nel suo interno, nonostante in una delle camere attigue, fossero presenti i proprietari, con alcuni familiari che non si sarebbero accorti di nulla. Nell’uno e nell’altro caso comunque, i ladri avrebbero agito senza essere per niente disturbati.

Maggiormente interessato il centro abitato di Tinchi, dove sono stati  ripuliti ben tre appartamenti. Il quarto appartamento invece, era ubicato a qualche centinaio di metri  dal centro dove sorge l’ospedale, precisamente a Centro Agricolo, dove, ricordiamo, durante il “ventennio” sorgeva un centro di confinati politici. Sempre secondo le notizie che siamo riusciti ad avere, discreto dovrebbe essere il bottino, fatto soprattutto di oggetti personali, di valore, monili vari e altro, che i malviventi tranquillamente sarebbero riusciti a portar via.

I furti nelle quattro abitazioni sono stati denunziati alla Polizia di Stato del Commissariato di Pisticci, guidato da Domenico Divittorio, che, dopo i sopralluoghi di rito, ha iniziato subito le indagini per assicurare i malviventi alla giustizia.

Michele Selvaggi

Commenta l'articolo