Investi a Pisticci. Conviene.

E’ questo il motto con il quale l’Amministrazione comunale di Pisticci è tornata, in questi giorni, a pubblicizzare il regolamento per la concessione di benefici alle nuove attività economiche che si insediano nello storico rione Terravecchia. Con un video (disponibile a questo link) il Comune di Pisticci ricorda che nel centro storico si può investire e che chi dovesse farlo potrebbe ottenere anche alcuni incentivi. Il regolamento, va ricordato, fu approvato all’unanimità in Consiglio comunale, ma, purtroppo, fino ad ora non ha registrato richieste. Con la sua approvazione la massima assemblea cittadina intese rendere più vivo il centro storico della cittadina basentana e incentivare l’insediamento di nuove attività economiche.

A proposito di incentivi per chi investe, quali sono? In primis l’esenzione totale dalla Tari (la tassa sui rifiuti) e della Cosap (Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche) per i primi cinque anni, ma anche un tetto massimo di agevolazioni per ogni singola impresa di tremila euro all’anno. Con una precisa prescrizione: il no alle sale scommesse, sancito nell’articolo 4, che espressamente esclude dalla concessione dei benefici economici quelle iniziative imprenditoriali, quali sale giochi di qualsiasi tipo. Possono presentare domanda di agevolazione i titolari o rappresentanti legali delle imprese che abbiano avviato una nuova unità locale nel rione Terravecchia a partire dal 1° gennaio 2019. Il regolamento disciplina i requisiti di ammissibilità dell’istanza di agevolazione e individua le attività economiche che potranno beneficiare delle agevolazioni. Il regolamento intende privilegiare nuove unità locali che si occupino di artigianato, turismo, fornitura di servizi destinati alla fruizione di beni culturali e commercio al dettaglio su aree private, nonché somministrazioni al pubblico di bevande e alimenti. Deve trattarsi, in buona sostanza, di attività economiche che diano nuovo vigore all’offerta turistica del territorio e che siano compatibili con il centro storico e le esigenze dei residenti.

Le domande dovranno essere presentate entro il 31 gennaio di ogni anno. Per chi fosse interessato, è possibile chiedere maggiori informazioni al Suao, lo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Pisticci, grazie al quale gli imprenditori possono avviare o sviluppare un’impresa e ricevere tutti i chiarimenti sui requisiti, la modulistica e gli adempimenti necessari.

Anno nuovo, speranze vecchie per il sindaco di Pisticci, Viviana Verri. Che ha ricordato come, purtroppo, al momento ancora nessuna adesione sia giunta in merito al regolamento che prevede agevolazioni per chi decide di dare vita a una nuova attività imprenditoriale in rione Terravecchia.

Non a caso il primo cittadino basentano ha parlato di vero e proprio “sogno per il 2020. Spero che il nuovo anno porti finalmente qualche adesione al regolamento che concede agevolazioni fiscali per chi intende intraprendere un’attività commerciale in rione Terravecchia, nel nostro splendido centro storico. L’auspicio è che quello approvato all’unanimità in Consiglio comunale non sia più soltanto un documento, ma diventi finalmente realtà”.

Anche per dare corso a quell’inversione di tendenza, rispetto allo spopolamento e alla crescita di attività imprenditoriali e commerciali vicina allo zero, fatti registrare negli ultimi anni.

Piero Miolla

Commenta l'articolo